Zoster toracico come si evidenzia

Comment

Approfondimenti

Zoster toracico come manifestazione caratteristica del fuoco di sant’Antonio

La manifestazione cutanea del fuoco di sant’Antonio, da imputare all’aggressione dell’herpes zoster, tende ad interessare specifiche radici nervose come nel caso dello zoster toracico che si viene ad evidenziare a livello locale con la comparsa su un solo lato del corpo sulla cintura costale della caratteristica dermatosi virale. In genere l’eruzione cutanea dell’infezione si palesa su un solo lato del corpo innestandosi dove hanno origine le radici nervose, e tra i distretti anatomici maggiormente colpiti dal virus ci sono i nervi intercostali di cui è responsabile lo zoster toracico, ma possono venir coinvolti anche il nervo trigemino ed il viso in generale, il bacino, le braccia. Il soggetto che presenta il quadro clinico del fuoco di sant’Antonio risente non solo della comparsa delle caratteristiche vescicole, in quanto il paziente deve fare i conti molto spesso con degli attacchi di intenso prurito dovuto all’infiammazione del nervo aggredito dall’agente virale; prima della comparsa dell’eruzione si evidenziano dei disturbi sistemici quali: febbre, disturbi gastrointestinali, malessere generale, dolori nevralgici. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Forme di herpes zoster classificazione.

Le cause che possono determinare la riattivazione del virus

herpes zoster

herpes zoster

Il virus dell’herpes zoster può provocare la varicella che costituisce l’infezione primaria, dopo la guarigione completa del soggetto l’agente virale responsabile di questa malattia si annida nei gangli nervosi della spina dorsale o dei nervi cranici, dove può risiedere per lungo tempo senza causare problemi poiché permane allo stato latente, ma in alcuni casi soprattutto in presenza di un drastico calo del sistema immunitario il virus è in grado di scatenare una nuova infezione. La riattivazione del virus provoca un focus nella sede del nervo corrispondente ai gangli in cui si era annidato dopo la varicella; possono favorire l’insorgenza del fuoco di sant’Antonio situazioni di forte stress fisico oppure emotivo, eventuali intossicazioni, infezioni, malattie del sistema nervoso centrale. Altre notizie su Fuoco di Sant’Antonio danneggia i neuroni sensitivi.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.