Virus varicella zoster: una malattia frequente tra la popolazione

Comment

Approfondimenti
Virus varicella zoster

Virus varicella zoster: genera un altro tipo di patologia

Il fattore scatenante questa spiacevole malattia è l’Herpes zoster. Secondo diverse statistiche sappiamo che va a colpire i bambini prima dei 10 anni. E quando termina, il suo virus rimane all’interno del corpo e può rimanere latente anche per più di 10 anni tanto che poi, una volta risvegliato, provoca la comparsa di una malattia molto dolorosa: il Fuoco di Sant’antonio. Il virus varicella zoster è davvero molto fastidioso e difficile da trattare. Per avere maggiori informazioni riguardo alla febbre della varicella possiamo consultare questo articolo “Varicella senza febbre: varia da persona a persona

La riattivazione dell’herpes virus comporta forti dolori

Virus varicella zoster

Virus varicella zoster

Infatti nel caso in cui questo si risvegli, la persona dovrà mettersi davanti ad una malattia molto dolorosa. Comunque sia il virus varicella zoster è fonte di preoccupazione se una donna stia in dolce attesa. Questo perchè lo potrebbe trasmettere al feto, infatti, i medici tendono ad eseguire dei test specifici così da monitorare il bambino.

Gli esami da eseguire sono molto semplici tanto che è sufficiente effettuare un esame del sangue: risulterà la presenza o meno di IgG e IgM. Vediamo insieme i vari valori che potrebbero allarmarci oppure rassicurarci.

Se IgG e IgM fossero assenti, allora il paziente dovrà essere monitorato per scongiurare la presenza del virus. Se IgG fossero presenti e IgM no, allora è in corso un’infezione; al contrario ci troveremo nella fase iniziale. Se entrambi fossero presenti allora ci troviamo nella fase acuta.

Comunque sia non dovremo preoccuparci perchè questa patologia di solito non causa molti disagi a parte stanchezza. Solo il Fuoco di Sant’Antonio, di solito è più difficile da sopportare visto che il virus va a colpire il sistema nervoso di una determinata zona del nostro corpo.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.