Scopi cura del fuoco di sant’Antonio

Comment

Fuoco di Sant'Antonio cura

Scopi cura del fuoco di sant’Antonio

Anche se non si dispone di una terapia contro l’infezione è bene seguire le indicazioni del medico per assolvere agli scopi della cura del fuoco di sant’Antonio che sono quelli di: placare il dolore locale che si irradia dove si manifesta il rash cutaneo; favorire il processo di guarigione; ridurre il senso di malessere generale; ostacolare la propagazione della malattia. Il trattamento deve quindi essere rivolto alle manifestazioni sintomatiche che accompagnano lo sviluppo della malattia infettiva, per cui bisogna intervenire prima di tutto sul formicolio, che si rivela come primo segno della patologia: il soggetto percepisce un intorpidimento circoscritto ad un’area specifica del corpo, dopo qualche giorno compare un leggero arrossamento che si fa progressivamente più intenso in associazione alla comparsa di piccole bolle che si distribuiscono lungo il decorso del nervo o dei nervi in cui il virus dell’herpes zoster si è annidato. Per altre informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Fuoco di Sant’Antonio formicolio: le manifestazioni caratteristiche.

Alcune precauzioni nel trattamento

scopi cura del fuoco di sant’Antonio

scopi cura del fuoco di sant’Antonio

Tra gli altri sintomi da combattere ci sono delle manifestazioni connesse con l’eruzione cutanea che si traducono nella manifestazione di dolore o di bruciore. Oltre all’eruzione cutanea possono palesarsi dei sintomi di natura secondaria tra cui la febbre, anche se non si presenta mai eccessivamente alta ma in genere causa mal di testa; talvolta il soggetto lamenta anche mal di stomaco, un altro sintomo che può richiedere un trattamento mirato. Il fuoco di sant’Antonio può innestarsi anche su dei nervi delicati come quello dell’occhio o quelli dell’udito determinando non solo dolore ma anche dei disturbi visivi, cecità temporanea, oppure dei temporanei deficit dell’udito per cui è necessario un consulto specialistico per scongiurare l’insorgenza di infezioni che possono provocare delle complicanze gravi. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Diagnosi del fuoco di Sant’Antonio.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.