Pitiriasi rosea di Gilbert: i tratti specifici della patologia

Comment

Approfondimenti

Pitiriasi rosea di Gilbert

Una caratteristica eruzione cutanea di colore rosso e dalla consistenza eritemato-squamosa è il tratto peculiare della pitiriasi rosea di Gilbert, una malattia infiammatoria acuta della pelle di natura benigna, che colpisce con maggiore frequenza gli adolescenti ed i giovani adulti, soprattutto di sesso femminile. Questa malattia della si sviluppa su tutto il corpo attraverso la comparsa di sintomi che evolvono in diversi stadi, per cui dapprima la comparsa dell’eruzione cutanea ha inizio da una sola papula detta araldo patch che successivamente si propaga su altre parti del corpo privilegiando in particolare zone come: il torace, la schiena, le braccia e le gambe. A parte l’eruzione cutanea associata di solito a prurito il paziente non lamenta altri sintomi, inoltre il decorso della malattia non delinea un aggravarsi dell’entità dell’eritema che anzi tende a risolversi in maniera spontanea ma con il passare di un arco di tempo più o meno ampio, di fatto la pitiriasi rosea di Gilbert in genere scompare senza alcun trattamento in circa tre mesi. Per maggiori notizie si rimanda alla lettura di Herpes zoster complicanze cheratite sintomi.

Le possibile cause della malattia

pitiriasi rosea di Gilbert

pitiriasi rosea di Gilbert

Per quanto riguarda le cause alla base della comparsa della malattia non è nota la vera eziologia, anche se in campo clinico sono state avanzate diverse ipotesi più o meno accreditate, tra le quali emerge l’ipotesi che la principale causa di questa malattia cutanea sia di origine virale. A questa tesi si affianca un’altra valida ipotesi avvalorata da diversi studi che sostengono che alcuni farmaci possano provocare la pitiriasi rosea di Gilbert, questa seconda causa definibile farmaco-indotta suggerisce nei barbiturici i principali responsabili dell’eruzione cutanea. La pitiriasi rosea non è contagiosa per cui non si diffonde da soggetto a soggetto mediante il diretto contatto fisico, ma bisogna comunque fare prevenzione visto che si registrano episodi frequenti di tale malattia all’interno dello stesso ambito familiare. Altre informazioni su Forme di herpes zoster classificazione.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.