Irritazione del nervo grande occipitale

Comment

Approfondimenti

Irritazione del nervo grande occipitale

La nevralgia di Arnold, detta anche nevralgia occipitale, è un tipo di cefalea occipitale spesso confusa con sindromi emicraniche o con algie craniche che sorge come consguenza diretta dell’irritazione del nervo grande occipitale (grande e piccolo occipitale di Arnold). Il nervo grande occipitale di Arnold ha origine dal ramo di divisione mediale della branca posteriore del secondo nervo cervicale, si tratta nello specifico di un nervo sensitivo che prende parte al processo di innervazione della cute e del cuoio capelluto della regione occipitale e della galea capitis. L’insorgenza della nevralgia occipitale è da imputare ad alcuni danni a carico dei nervi occipitali prodotti da fattori eziologici quali: traumatismi, contrazioni ripetute dei muscoli del collo, malformazioni del rachide cervicale, patologie degenerative-artrosiche, condizioni infiammatorie, stress fisici, complicanze mediche, eventuali trattamenti radioterapici a livello del collo. Non sono rari i casi dove la causa dell’irritazione del nervo occipitale non viene identificata, anche dopo aver eseguito indagini di tipo radiologico. Per altre notizie si rimanda alla lettura di http://www.fuocodisantantonio.net/nevralgia-del-nervo-di-arnold-come-si-manifesta/.

Come si manifestano le crisi dolorose

irritazione del nervo grande occipitale

irritazione del nervo grande occipitale

La sintomatologia dolorosa tipica della nevralgia occipitale può durare pochi secondi, qualche ora o giorni e si evidenza con la manifestazione di crisi dolorose intense dal diverso decorso (unilaterale, bilaterale, intermittente, continuo), che hanno origine a livello della regione nucale ed occipitale, fino ad interessare la parte anteriore del capo e la regione oculare.  Gli  episodi ricorrenti di dolore acuto e severo, di tipo pulsante oppure urente, paragonabile ad una scossa elettrica prodotta nella parte superiore del collo e della regione posteriore della testa e si irradia poi a livello anteriore, seguendo l’innervazione del nervo occipitale, fino a coinvolgere il sopracciglio e la parte posteriore dell’occhio; talvolta il dolore si estende verso l’occhio determinando come conseguenza la visione offuscata. Oltre al dolore possono sorgere altri sintomi della nevralgia di Arnold quali: dolore al movimento del collo; ipersensibilità alla luce; eccessiva sensibilità ai suoni; disturbi dell’equilibrio; problemi di coordinazione; nausea e vomito.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.