Herpes zoster nei soggetti anziani e vaccinazione

Comment

Approfondimenti

Herpes zoster nei soggetti anziani

Il picco d’incidenza  della seconda forma di infezione veicolata dall’herpes zoster si registra nei soggetti anziani, dopo aver provocato la varicella il virus può riattivarsi nei soggetti più avanti negli anni: le particelle virali si insinuano in un ganglio sensoriale devo possono restare silenti per anni per poi ridestarsi in particolari circostanze, di solito tale riattivazione si registra specialmente negli anziani che si trovano alle prese con dei momenti di forte stress psico-fisico che indeboliscono le difese immunitarie. In questo caso il soggetto viene colpito non solo dalla comparsa dell’eruzione cutanea di natura eritematosa-vescicolare ma anche da alcuni sintomi dovuti alla manifestazione della nevrite, per cui si possono riscontrare: bruciore, intorpidimento, dolore. A differenza della varicella, la cui manifestazione più caratteristica è data dal rash cutaneo, nel caso di insorgenza del fuoco di Sant’Antonio il quadro clinico risente pesantemente della nevralgia che causa momenti di crisi in cui si risente di una sintomatologia dolorosa che si caratterizza anche per un’eccessiva sensibilità al tatto. Per maggiori notizie si rinvia alla lettura di Zoster sine herpete come si diagnostica.

La vaccinazione

herpes zoster nei soggetti anziani

herpes zoster nei soggetti anziani

La maggiore incidenza del virus herpes zoster si registra nei soggetti di età superiore ai 50 anni, a questo dato va ad aggiungersi un altro effetto negativo: il tasso delle complicazioni associate a tale infezione di natura virale tende ad aumentare con l’età del soggetto colpito dal fuoco di sant’Antonio. A scopo preventivo le recenti predisposizioni mediche invitano le persone anziane a vaccinarsi, ed infatti da diversi anni è disponibile in Italia lo Zostavax, raccomandato in particolare ai soggetti di età superiore ai 60 anni, che in precedenza sono stati colpiti dall’infezione primaria veicolata dall’herpes zoster. La vaccinazione assume un ruolo fondamentale per scongiurare l’insorgenza della nevralgia post-erpetica che rappresenta una delle complicanze più preoccupanti del decorso delle infezioni  scatenate dal virus herpes zoster. Per altre notizie si rimanda all’articolo Herpes zoster complicanze cheratite sintomi.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.