Herpes zoster difese immunitarie dell’organismo: la giusta dieta

Comment

Approfondimenti

Herpes zoster difese immunitarie dell’organismo

Seguendo una corretta alimentazione è possibile contrastare gli effetti dell’herpes zoster nei confronti delle difese immunitarie dell’organismo. Per rafforzare le barriere protettive del corpo sono utili alcune sostanze nutritive quali la vitamina C indispensabile per placare il dolore ed il prurito che caratterizzano l’eruzione cutanea tipica della manifestazione del fuoco di Sant’Antonio. Oltre alla somministrazione regolare di vitamina C può potenziare il sistema immunitario e limitare il quadro clinico connesso con l’herpes zoster, per cui bisogna fare scorte di frutta e di verdure fresche di stagione, quindi oltre agli agrumi, sono utili i kiwi, i frutti di bosco, le fragole, i broccoli, i cavoli, i cavolfiori. Per fornire all’organismo tutte le sostanze nutrienti necessari a contrastare l’attacco degli herpes virus sono fondamentali anche le vitamine B che favoriscono il buon funzionamento dei nervi. A parte il regolare consumo di frutta e di verdura, si raccomanda poi una dieta equilibrata a base di carni magre, pesce, cereali integrali, latticini magri. Per maggiori informazioni Alimentazione fuoco di Sant’Antonio: la sua azione immunostimolante.

Adenosina e lisina

herpes zoster difese immunitarie dell’organismo

herpes zoster difese immunitarie dell’organismo

Gli alimenti indicati per combattere il virus e rafforzare il sistema immunitario sono essenzialmente quelli contenenti calcio e magnesio, che allo stesso tempo sono importanti per la trasmissione degli impulsi nervosi e la protezione delle terminazioni nervose.  Tra le altre vitamine importanti c’è quella E, in particolare  (si consiglia anche l’olio di vitamina E che può essere applicato topicamente sulla zona interessata dal disturbo; mentre l’adenosina, che è un derivato di un acido nucleico, è efficace contro i casi più severi di herpes zoster; per scongiurare gli effetti della nevralgia post-virale, che è un’eventuale complicanza che può venire a verificarsi in caso di insorgenza del fuoco di Sant’Antonio, si consiglia l’assunzione della lisina. Altre notizie si trovano su Nevralgia posterpetica conseguenza del fuoco di Sant’Antonio.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.