Fuoco di sant’Antonio calendula

Comment

Approfondimenti

Fuoco di sant’Antonio calendula

Quando l’herpes zoster si riattiva determina l’insorgenza di specifici sintomi tra cui un’eruzione cutanea con formazione di vescicole di origine virulenta questa manifestazione del fuoco di sant’Antonio può essere trattata con la calendula, un rimedio naturale dall’azione antinfiammatoria. Per trattare l’eruzione cutanea possono essere applicati topicamente diversi prodotti dalla formulazione naturale che permettono di lenire il rossore e l’infiammazione iniziale dovuta alla presenza di vesciche contenenti un liquido trasparente, che durante il decorso della malattia infettiva si trasformano in croste e dopo la loro caduta possono lasciare sulla pelle delle cicatrici. Per trattare il rossore e desquamazione della pelle si possono preparare degli impacchi freddi con infuso di calendula da applicare nella zona interessata dal rash cutaneo che si solito si sviluppa lungo il percorso di un nervo periferico estendendosi su un lato del tronco o del viso, l’area diventa particolarmente sensibile e dolorante. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Fuoco di sant’Antonio pomate a base di propoli.

Come beneficiare delle attività antinfiammatorie

fuoco di sant’Antonio calendula

fuoco di sant’Antonio calendula

La calendula deve le sue proprietà curative alla sua composizione ricca di principi attivi quali: triterpeni, fitosteroli, flavonoidi, polisaccaridi, caroteni, olio essenziale, mucillagini, acido salicilico e sostanze amare; in particolare la proprietà antinfiammatoria è da ascrivere principalmente alla presenza di mucillagini. Per poter beneficiare dall’azione antinfiammatoria esternamente si possono non solo applicare localmente impacchi a base di infuso calendula  ma anche pomate a base di fitoestratti della pianta, in alternativa si può usare l’olio di calendula. In caso di fuoco di sant’Antonio si può ricorrere a questo rimedio naturale per uso esterno per poter sfruttare le attività antinfiammatorie, emollienti, dermopatiche e cicatrizzanti offerte dalla pianta officinale che viene indicata come rimedio efficace per favorire la guarigione di scottature, ferite ma anche per placare arrossamenti ed irritazioni della pelle. Altre notizie utili si trovano su Fuoco di sant’Antonio trattamento a base di capsaicina.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.