Fuoco di sant’Antonio bicarbonato di sodio

Comment

Fuoco di Sant'Antonio cura

Fuoco di sant’Antonio bicarbonato di sodio

L’aggressione da parte dell’herpes Zoster instaura il quadro clinico del fuoco di sant’Antonio che determina una dermatosi di origine virale che causa irritazione ed infiammazione da poter trattare con diversi rimedi naturali tra cui il bicarbonato di sodio. Questo rimedio viene comunemente utilizzato per trattare diversi disturbi cutanei e quindi favorire la cura della pelle, in particolare il bicarbonato di sodio viene consigliato per ridurre  la produzione eccessiva di sebo, per cui è utile per contrastare l’acne in quanto asciuga i foruncoli e riduce l’eccesso di sebo. Ma gli impieghi di questo rimedio naturale non si esauriscono solo a questa semplice azione, visto che può essere usato anche da nei trattamenti per la pedicure o manicure, in genere mixato insieme al sale grosso si può usare per la cura dei piedi e delle mani per cui il bicarbonato di sodio può essere aggiunto all’acqua per preparare un pediluvio oppure un bagno caldo. L’utilizzo del bicarbonato può essere accompagnato poi a diversi oli essenziali come quello di calendula, a quello a base di rosa mosqueta, oppure all’olio di lavanda per un bagno rilassante e depurativo. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Fuoco di sant’Antonio terapie topiche.

Come agisce il rimedio sull’eruzione cutanea

fuoco di sant’Antonio bicarbonato di sodio

fuoco di sant’Antonio bicarbonato di sodio

Chi risente dell’eruzione cutanea tipica dell’infezione virale associata al fuoco di sant’Antonio può trarre quindi giovamento dai bagni di bicarbonato di sodio che offrono un’azione antinfiammatoria garantendo così un effetto calmante. Il bicarbonato contribuisce ad asciugare la cute, rimuovendo l’eccesso di sebo ma anche attivando così delle proprietà antinfiammatorie e di tipo antisettico. Non dovrebbe utilizzare questo rimedio chi ha la pelle sensibile perché il bicarbonato tende a seccare la pelle provocando rossore ed irritazione che potrebbero acutizzare la sintomatologia del soggetto colpito da fuoco di sant’Antonio per cui è bene testare il rimedio su una sezione limitata della cute prima di procedere con il bagno. Altre notizie si trovano su Fuoco di sant’Antonio pomate a base di propoli.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.