Categoria articoli: Approfondimenti

Approfondimenti Fuoco di Sant’Antonio: tutto su contagio sintomi e cura di questa malattia virale.

Ergotismo: i caratteri dell’intossicazione

Ergotismo come si manifesta l’intossicazione In passato si sono registrate delle vere e proprie epidemie dovute all’ergotismo, un’intossicazione dovuta al fungo Claviceps purpurea, presente nella segale cornuta, a causa del consumo smodato di graminacea e di farine contaminate, nella storia più recente talvolta le intossicazioni sono dovute principalmente all’assunzione di alcune categorie di farmaci a […]
Continua..

Pubblicità

Zoster toracico come si evidenzia

Zoster toracico come manifestazione caratteristica del fuoco di sant’Antonio La manifestazione cutanea del fuoco di sant’Antonio, da imputare all’aggressione dell’herpes zoster, tende ad interessare specifiche radici nervose come nel caso dello zoster toracico che si viene ad evidenziare a livello locale con la comparsa su un solo lato del corpo sulla cintura costale della caratteristica dermatosi virale. […]
Continua..

Pubblicità

Nevralgia del nervo di Arnold come si manifesta

Nevralgia del nervo di Arnold come si manifesta La sofferenza di un nervo specifico può determinare la cosiddetta nevralgia da irritazione del nervo di Arnold che ha origine dalla branca posteriore della 2° radice cervicale, chi viene colpito da questa condizione lamenta un dolore penetrante a partire dalla nuca che si estende alla regione occipitale, […]
Continua..

Pubblicità

Fuoco di Sant’Antonio danneggia i neuroni sensitivi

Fuoco di Sant’Antonio danneggia i neuroni sensitivi Il virus dell’herpes Zoster, responsabile del fuoco di Sant’Antonio danneggia i neuroni sensitivi, ossia le cellule del sistema nervoso che sono specializzate nella trasmissione al cervello degli input percepiti a livello sensoriale dalla pelle e dagli organi di senso, per cui i neuroni sono in grado di avvertire: […]
Continua..

Pubblicità

Herpes zoster segni clinici caratteristici

Herpes zoster segni clinici caratteristici Il quadro clinico dell’infezione virale veicolata dall’herpes zoster si evidenzia per dei segni clinici caratteristici tra cui la localizzazione dell’eruzione tipica del fuoco di sant’Antonio per cui la sua manifestazione ha andamento monolaterale con interruzione sulla linea mediana, il rash cutaneo in genere si palesa in un’area circoscritta della pelle in […]
Continua..

Pubblicità

Fuoco di sant’Antonio calendula

Fuoco di sant’Antonio calendula Quando l’herpes zoster si riattiva determina l’insorgenza di specifici sintomi tra cui un’eruzione cutanea con formazione di vescicole di origine virulenta questa manifestazione del fuoco di sant’Antonio può essere trattata con la calendula, un rimedio naturale dall’azione antinfiammatoria. Per trattare l’eruzione cutanea possono essere applicati topicamente diversi prodotti dalla formulazione naturale […]
Continua..

Pubblicità

Virus herpes zoster sindrome di Ramsay-Hunt

Virus herpes zoster sindrome di Ramsay-Hunt Tra le possibile complicanze associate all’infezione veicolata dal virus herpes zoster bisogna segnalare anche la sindrome di Ramsay-Hunt, che colpisce il ganglio genicolato provocando una paralisi dei nervi facciali a cui si associa la comparsa di eruzioni cutanee e vesciche sull’orecchio interno ed esterno, ma anche attorno naso e […]
Continua..

Pubblicità

Fuoco di sant’Antonio diagnosi differenziale

Fuoco di sant’Antonio diagnosi differenziale Per identificare l’infezione virale riconducibile al fuoco di sant’Antonio ci si affida alla diagnosi differenziale dell’eruzione cutanea: già da un’indagine visiva è possibile confermare la malattia dal momento che il rash cutaneo interessa un dermatomero. Nel caso in cui l’eruzione è assente, delineando la condizione dello zoster sine herpete, l’infezione virale risulta […]
Continua..

Pubblicità

Prurito post-erpetico come si manifesta

Prurito post-erpetico Il prurito che rappresenta un sintomo caratteristico del quadro clinico del fuoco di Sant’Antonio può avere degli strascichi anche successivi alla risoluzione dell’infezione virale provocando la manifestazione del prurito post-erpetico che tende ad evidenziarsi come abbastanza doloroso. Nella maggior parte dei casi si tratta di un malessere difficile da curare visto che la […]
Continua..

Pubblicità

Eruzione varicelliforme di Kaposi

Eruzione varicelliforme di Kaposi come si palesa l’infezione Tra le diverse complicanze, seppur rare, da ricondurre all’infezione erpetica di una dermatite atopica ci sono i casi di eruzione varicelliforme di Kaposi, una malattia conosciuta in ambito clinico anche con altri nomi quali eczema herpeticum, pustolosi varioliforme acuta e dermatite di Kaposi-Juliusberg. Si tratta di una malattia della […]
Continua..

Pubblicità