Anestetici locali a base di lidocaina

Comment

Approfondimenti

Anestetici locali a base di lidocaina

L’uso di anestetici locali a base di lidocaina nella formulazione di pomate oppure di cerotti che permettono di trattare la manifestazione del prurito in aree circoscritte della pelle, offrendo un’azione molto rapida e duratura se confrontata con altri analgesici di tipo locale. La somministrazione di tale principio attivo può avvenire in diversi modi, per cui la lidocaina può essere applicata direttamente sulla pelle oppure può essere iniettata sottopelle, ma anche iniettata endovena, talvolta il medico può prescrivere come terapia l’infiltrazione del farmaco direttamente nella sede dell’articolazione. I medicinali a base di lidocaina attivano un’azione di tipo anestetico capace di inibire l’attivazione delle terminazioni nervose periferiche, in questo modo si frena la depolarizzazione delle membrana cellulare attraverso la riduzione della permeabilità agli ioni sodio e delle terminazioni nocicettive, questo meccanismo d’azione si esplica così nell’assolvimento dell’effetto antidolorifico associato ad una valida azione di tipo antipruriginoso. Si rinvia per approfondimenti alla lettura dell’articolo Nevralgia del trigemino cosa è

Come trattare la nevralgia posterpetica

anestetici locali a base di lidocaina

anestetici locali a base di lidocaina

Questo principio attivo può essere utilizzato direttamente sulla pelle per lenire anche se temporaneamente la sensazione di prurito, bruciore e dolore associato a diversi processi di infiammazioni cutanee, in particolare la lidocaina è un farmaco ampiamente prescritto per il trattamento della sintomatologia del fuoco di Sant’Antonio. In caso di nevralgia posterpetica, che nella maggior parte dei casi clinici si manifesta come complicanza associata al quadro sintomatologico del fuoco di Sant’Antonio. In questo caso il trattamento topico raccomandato è quello basato sull’applicazione di cerotti contenenti lidocaina da posizionare direttamente sulla pelle. Questa cura risulta alquanto efficace nel trattamento della nevralgia posterpetica, in particolare attraverso la somministrazione a livello locale di tale principio farmacologico permette di riduce limitare l’assorbimento a livello sistemico dell’anestetico permettendo così una buona tollerabilità del farmaco. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Nevralgia posterpetica conseguenza del fuoco di Sant’Antonio.

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Verifica CAPTCHA * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.